lunedì 29 settembre 2014

BitMonsters - nuovo gruppo anche ukuleloso!

Oggi vi voglio parlare di un gruppo che sta avendo sempre più successo e che al suo interno ha un musicista che suona l’ukulele, sono i BitMonsters. Sono nati nel novembre del 2013 come “web-band” grazie ai social networks, ma soprattutto a Youtube. Tutto è nato da un’idea di Francesco Macrì e Davide Polito, che sono rispettivamente il cantante/ukulelista e il chitarrista/polistrumentista del gruppo. Il primo video che hanno fatto è stato un semplice giro di blues con chitarra acustica come accompagnamento ad un ukulele solista, un video pubblicato quasi per gioco e che potete trovare qui: https://www.youtube.com/watch?v=tzVUq_jQxMI&list=UURP-H5zWytqXb4cUEwOXy1Q 



Successivamente si sono uniti al gruppo anche Eleonora Val, come voce femminile, e Romeo Marchi come tastierista/BeatBoxer e fonico. Il primo videoclip ufficiale che ha riscontrato maggior successo è stata la sigla scritta per la serie “Coinquilini” dei Nirkiop, youtubers comici conosciuti a livello nazionale. Videoclip che potete vedere a questo indirizzo: https://www.youtube.com/watch?v=ljgLot4Ly-0&list=UURP-H5zWytqXb4cUEwOXy1Q
Da quel momento è iniziata la crescita del gruppo, con video sempre più elaborati sia dal punto di vista audio che video, cercando sempre di essere originali, grazie anche all’inserimento di strumenti e tecniche di natura musicale diversa, ispirandosi a vari generi, tra cui musica acustica, elettrica e rock ricreando uno stile proprio. E’ l’originalità che spinge loro a rinnovarsi sempre, senza voler cadere nella banalità e nello scontato, come potete vedere voi stessi a  questi links: https://www.youtube.com/watch?v=KV9zA_7Uj-g&list=UURP-H5zWytqXb4cUEwOXy1Q

Vi ho messo i link dei video per un motivo molto semplice: così potete vedere con i vostri occhi e sentire con le vostre orecchie quel che ho visto e sentito io. E io ho visto e sentito un gruppo che ritengo una vera scoperta, anche tenendo conto della giovane età del gruppo (vi ricordo che sono nati alla fine del 2013). Penso di poter dire che è un gruppo che non ha nulla da invidiare a quelli già da più tempo sulla piazza, per come sono nell’insieme. Un gruppo che ha dei musicisti bravissimi, una voce maschile e una femminile che lasciano il segno sia se cantano insieme che singolarmente, una capacità di esprimersi anche visivamente con i loro video che non si dimenticano. Quando li si vede e si sentono ti rimangono, ti viene voglia di vedere e sentire il prossimo video. Penso di poter dire che finora sono riusciti nel loro intento di non essere mai banali o scontati. Mi verrebbe da chiedere: a quando il cd? Vi consiglio di seguirli, tenerli d’occhio, perché lo meritano, eccome se lo meritano!

martedì 16 settembre 2014

Accordare un ukulele e tirare le corde

Ho fatto un piccolo video, su richiesta, per spiegare come si accorda un ukulele ad orecchio e cosa significa quando dico "tirare le corde" dell'ukulele. Ecco qui il link al video: Accordare e tirare le corde dell'ukulele

venerdì 5 settembre 2014

Recensione Mahilele Peach Blossom

Eccomi qui a fare la recensione di un nuovo prodotto che potete trovare dal Mercatino dell’Ukulele. Parlando in generale i Mahilele li potete trovare ad un prezzo che va dai 48,70 euro fino ai 65,79 euro e questi ultimi hanno tastiera, ponte e tavola in legno. In particolare, io ho il Mahilele Peach Blossom soprano da 65,79 euro (il Mahilele lo trovate solo soprano) con corde Super Nylgut di Aquila corde.





Ma se andate a fare un giro sul sito vedrete che ce ne sono tanti, colorati a tinta unita o con disegni, tutti molto belli. C’è chi lo prende bianco o comunque a tinta unita per poi poterci dipingere sopra quello che vuole, poi c’è chi lo prende già decorato come me. Intanto inizio a dirvi i particolari dello strumento. Ha il fondo in ABS misto fibra, meccaniche di precisione e (come accennato prima) corde Super Nylgut. Ha un action veramente ottimo, grazie alla tastiera anch’essa in ABS misto fibra stampata che permette di non essere soggetta a deformarsi  e al ponte, dello stesso materiale, che è dotato di compensazione diametri. Le corde Super Nylgut sono in Nylgut e sono state create con l’intento, riuscito, di avere le stesse caratteristiche acustiche del budello ma eliminando i difetti quali: l’alto costo, la scarsa durata e l’elevata instabilità ai cambi climatici. Ma tutto ciò potete leggerlo anche nel sito del Mercatino dell’Ukulele, ora passiamo alle impressioni mie personali. Devo dire che è uno strumento che mi ha stupito subito, dal primo momento che ho iniziato a suonare. A parte la bellezza estetica, di cui mi sono innamorata, con una buca lavorata in maniera diversa dalla classica buca… è un ukulele che ritengo di livello superiore tra quelli della sua fascia di prezzo. Cioè: a quel prezzo di solito si può trovare un ukulele che si può quasi definire giocattolo, o che almeno io definirei così, ma non è questo il caso. Con questi Mahilele  avrete uno strumento musicale ad un prezzo inferiore rispetto alla qualità dell’oggetto. La cassa è leggera, il manico più pesante essendo in legno. Un manico esteticamente bellissimo con sulla paletta quel disegno… ma anche un manico molto confortevole mentre lo si suona. Poi le corde, sono le prime che provo di questo tipo perché ho negli altri ukulele le Aquila classiche che sono montate nella stragrande maggioranza degli ukulele che si trovano al Mercatino dell’Ukulele, e devo dire che mi hanno lasciato di stucco. A strumento nuovo, appena tirato fuori dalla scatola, accordato con accordatore dopo averle un poco tirate per snervarle…. e quasi non si scordano più! Ovviamente un po’ si scordano, ma veramente di poco rispetto ad altri miei ukulele che ci ho messo settimane per far sì che mantenessero l’accordatura. In poche parole faccio fatica a trovarci un difetto… forse, se vogliamo trovare il pelo nell’uovo, posso dire che avendo il fondo bombato per donne che hanno un seno importante può essere scomodo, soprattutto all’inizio quando si è ancora inesperte, perché tende a scivolare via verso il basso. Ma, in realtà, è un falso problema perché basta usare una tracolla con gancetto da ancorare alla buca ed ecco che non scivola più. Insomma, questo per dirvi che trovare un difetto in questo strumento è veramente arduo, nella categoria entry-level non posso che consigliarlo a tutti perché sarete soddisfatti ad un prezzo più che ottimo. Per farvi vedere tutti i modelli Mahilele presenti nel Mercatino dell’Ukulele vi metto qui il link, in modo che possiate scegliere il vostro preferito:


Invece qui troverete la mia video recensione (scusate per l’emozione ma è la prima video recensione che faccio e il motivo che strimpello è Grandma uno dei licks che si possono trovare nella raccolta fatta da Jontom): 
https://www.youtube.com/watch?v=cfpza9HA4RI&feature=youtu.be
classifiche